Hai mai pensato che il trading potrebbe non fare per te?

Il trading potrebbe non fare per te

La quasi totalità dei formatori italiani in ambito trading ripetono fino allo sfinimento quanto sia giusto, sensato e intelligente investire nella formazione trading, che porterà poi ad iniziare a guadagnare grazie ai mercati finanziari.

Sono abbastanza d’accordo su quello che è il messaggio di fondo, cioè quello di imparare il mestiere dai professionisti di settore prima di iniziare ad investire, ma quello che tutti omettono volutamente per incassare di più sono i momenti in cui una persona dovrebbe iniziare a fare trading.

Prima inizi e meglio è?

Ehm.. non proprio. Almeno, mi è capitato di rifiutare persone che avrebbero comprato il mio corso di punta perché erano gli ultimi soldi che gli erano rimasti.

Ma non potevi farti i fatti tuoi e venderglielo lo stesso? No, non amo la cattiva pubblicità e se avesse iniziato ad operare sapendo che a fine mese avrebbe dovuto andare per forza in profitto, partiva con un handicap psicologico enorme e al 99% non sarebbe andato in profitto. Ecco, io voglio evitare che i miei corsisti brucino i conti. Ci sta che si prendano dei momenti di drawdown, ma non mi va bene che si brucino i conti.

Ma gli altri formatori mi dicono che devo fare il corso e devo prenotarlo in fretta, altrimenti perdo un enorme opportunità.

Si ok, capisco, ma se l’ enorme opportunità ti fa schiantare dopo due mesi – anche se è un corso davvero valido – mi spieghi a cosa serve?

Certo, se puoi permetterti di investire, le offerte con un tempo di scadenza sono un ottimo incoraggiamento, ma se non puoi limitati a leggere risorse gratuite/poco costose e brucia gli occhi sui grafici, che male non fa.

E invece quando dicono che è necessario avere almeno un conto di trading di svariate decine di migliaia di €?

Io la vedo proprio al contrario, cioè che è assolutamente consigliabile iniziare ad investire con pochissimi soldi, giusto il minimo per riuscire a reggere i vari momenti di drawdown quindi, anche un conto da 500 € potrebbe andar bene, ma ripeto, anche con “solo” 500€ ci sono alcune persone che non possono assolutamente permettersi di operare sui mercati finanziari e in questo articolo ti spiegherò quando è bene che una persona investa per guadagnare sui mercati finanziari e quando è meglio limitarsi ad osservare.

Quando è bene non investire?

Investire vuol dire anche accettare di perdere l’intero capitale che si ha deciso di mettere a disposizione e purtroppo ci sono persone che non hanno la possibilità di perdere del denaro che utilizzerebbero per comprare prodotti di consumo primario.

Quindi, chi non ha dei risparmi da poter perdere non può assolutamente fare trading.

Si può limitare ad utilizzare conti demo, sempre se sa resistere alla tentazione dei facili guadagni che in qualche modo, i conti demo causano.

Sono ancora meno raccomandabili le persone che oltre a non avere dei risparmi in banca non hanno neanche un lavoro che sia imprenditoriale o da dipendente.

Prima di fare trading a parere mio è molto più importante avere uno stipendio o rendite da altre fonti perché in fin dei conti, investire sui mercati finanziari con successo è un processo abbastanza lungo, che all’inizio può portare anche a perdite di denaro consistenti.

Al massimo, ti consiglio di abbandonare l’ occupazione solo nel momento in cui hai un report della tua operatività giornaliera da diversi anni e i tuoi profitti mensili sono rimasti invariati nei mesi.

Perché queste persone non possono investire sui mercati finanziari?

La prima motivazione è che guadagnare dal trading è per lo più una questione fortemente emotiva e quindi se non siamo stabili economicamente, saremo maggiormente predisposti a perdere denaro.

Guadagnare dal trading già è difficile, se in più partiamo con un handicap, la situazione diventa parecchio complessa.

Il secondo motivo è che bisogna essere disposti ad accettare le perdite perché sicuramente ci saranno e se una persona non ha la possibilità di perdere denaro, forse è meglio se anziché investire sui mercati finanziari cerchi di risparmiare un po’ di più, per poter creare un giorno, denaro dal denaro.

Te lo assicuro, il drawdown si può presentare anche diverse volte durante l’ anno ed è normalissimo.

Se non sei pronto ad accettarlo, perdi il capitale, se non puoi permetterti di reggerlo, perderai il capitale, se alla prima difficoltà molli, non puoi permetterti di fare trading.

Insomma, spero di averti fatto capire che ottenere dei profitti costanti con il trading è molto difficile e se non siamo nelle condizioni psicologiche adatte, sarà un grande problema.

Quindi, contro il mio interesse ti chiedo. Ma perché vuoi operare sui mercati finanziari se ora non te lo puoi permettere? Tranquillo, le strategie profittevoli funzioneranno anche tra un anno e come puoi immaginare, il mercato tra un anno ci sarà ancora.

Prenditi quindi i tuoi tempi e quando sarai pronto, potrai finalmente partire a cannone.

Ora, se non puoi permetterti di investire sui mercati finanziari ti prego di non continuare a leggere l’articolo perché proseguirò dicendo chi invece dovrebbe investire e per quali motivi. Non voglio che continui a leggere perché ti potrebbe venire la malsana idea di investire i pochi soldi che ti sono rimasti e io non voglio che questo accada perché come ti ho già detto, se si possiedono pochi soldi è estremamente difficile avere dei guadagni dai mercati finanziari.

Bene, ora ti spiego chi secondo il mio punto di vista dovrebbe iniziare ad investire

Ma non mi limiterò a  questo continuerò spiegandoti anche alcuni dei motivi per cui si deve investire.

In Italia non esiste la cultura dell’investimento e questo purtroppo è un grosso problema. Vuoi perché negli anni 80 sono state fatte un sacco di porcherie comprando azioni che non potevano far altro che crollare, vuoi perché le banche propongono investimenti osceni e vuoi perché ai tempi il miglior investimento erano i buoni fruttiferi postali, gli italiani nel 2017 fanno ancora parecchio fatica ad investire.

Il bello è che la maggior parte del bel paese, potrebbe permettersi di investire e dedicare parte dei propri soldi esclusivamente in investimenti. Dai ammettilo, sotto sotto stiamo tutti un pò bene e se solo evitassimo di stappare tre bottiglie di champagne ogni sabato sera, o evitassimo di comprare l’ultimo smartphone da 900€ qualche risparmio a fine mese riusciremmo a metterlo da parte.

Ma parliamo di chi secondo me ha grosse possibilità economiche e di spensieratezza per poter investire serenamente sui mercati finanziari.

In Italia un ragazzo va via di casa molto più tardi in confronto a tantissime altre nazioni del mondo e se per diversi motivi questo fattore è negativo, in ambito di investimento  è uno dei migliori momenti in cui poter iniziare a far lavorare i soldi per produrre altri soldi.

Ti faccio un esempio pratico

il ventenne che ha finito gli studi e ha già trovato un lavoro, rimane a casa con i genitori, non tanto per  problemi economici, ma più che altro per una questione di comodità.

Avendo però uno stipendio medio e non avendo spese di mantenimento casa, cibo e famiglia,  potrebbe tranquillamente mettere da parte una buona cifra ogni mese.

E invece?

La maggior parte delle volte i soldi vengono risparmiati per poi essere utilizzati per comprare l’ auto nuova.

Ecco, diciamo che non funziona così. Se anziché risparmiare soldi per comprare, venissero utilizzati per investire, sono abbastanza convinto che negli anni successivi non ci sarebbe bisogno di risparmiare anni e anni  per comprare l’ auto nuova.

Se tu oggi sapessi che quei risparmi invece che essere utilizzati in cavolate, potrebbero portare nel giro di qualche anno ad avere un tenore di vita seriamente più alto, cosa faresti?

La prima categoria di persone alle quali sicuramente consiglierei di investire sono proprio i ragazzi che vivono ancora con i genitori, che quindi non hanno un sacco di spese importanti e che riescono a portare ogni mese a casa uno stipendio.

La seconda categoria di persone che potrebbero permettersi di investire sono quelle persone che dopo diversi anni grazie ai loro sforzi sono riuscite ad ottenere una buona serenità economica e attualmente hanno uno stipendio che gli  permette di mantenere in maniera dignitosa l’intera famiglia e oltretutto avanzano dei soldi, che se non vengono sprecati vanno dritto nel porcellino dei risparmi.

 Perché, chi può permetterselo, deve investire?

Spesso investire è un’attività che richiede parecchie ore di studio e conoscenza profonda delle caratteristiche degli strumenti che è meglio utilizzare.

Uno dei vantaggi che il trading permette di avere è che una volta che sono stati fatti gli studi necessari, si può investire con successo impiegando anche pochissimo tempo al giorno.

Quindi cosa succede? Succede che ogni mese si raccolgono i frutti dei propri studi senza utilizzare molto tempo.

Ti faccio il mio esempio.

Io ho un orario preciso in cui faccio trading che è di circa un’ora e mezza / due al giorno perché mi piace operare all’interno di quegli orari e non tengo mai operazioni che vanno oltre quella fascia di tempo.

Ma questo è il mio metodo per operare. Ci sono alcuni trader che fanno un operatività di medio-lungo periodo, dove basta analizzare uno strumento per pochi minuti al giorno e si riescono  a capire molte cose sull’andamento futuro dei prezzi. Una volta che è stato impostato il tutto, ci si può dedicare ad altre attività. Anzi, sarebbe addirittura consigliato non guardare i grafici, per non cadere in strane tentazioni  mentre ci sono operazioni che sono state aperte.

Oppure esistono i cassettisti che comprano un determinato asset o una determinata azione e se la dimenticano per svariati anni. Insomma, il motivo principale per cui una persona debba investire è che ha la possibilità di far fruttare il proprio denaro e poter così diversificare le proprie entrate, garantendosi una certa sicurezza, perché se un asset, per qualunque motivo non dovesse più portare profitti, ci sono gli altri che permettono di vivere una vita serena.

Inoltre, investire occupa perlopiù tempo nello studio, ma una volta che si sanno i concetti fondamentali si può investire utilizzando poco tempo della propria giornata e questo è un aspetto sicuramente interessante.

Ora, io non so quale sia la tua situazione economica, ma nel caso in cui tu in questo momento non possa permetterti di investire denaro ti consiglio di iniziare a risparmiare, ma soprattutto studiare il più possibile un unico settore in cui vuoi operare. Non importa quanto tempo ci vuole perché sono sicuro che avrai abbastanza tempo per gustare i prelibati frutti che riuscirai a raccogliere nel tempo. Quindi studia, risparmia e metti da parte un una certa somma di denaro che puoi permetterti di perdere per imparare a guadagnare. Agisci.

Se invece hai la possibilità di investire e vuoi dedicarti al trading sulle valute, nei miei corsi insegno ciò che utilizzo io ogni giorno per operare.

Le mie metodologie sono utilizzabili su diversi timeframe, a partire da timeframe molto bassi come cinque o 15 minuti fino ad arrivare a  timeframe giornalieri, quindi questo ti permetterebbe di fare un’operatività di breve periodo operando quell’ ora al giorno come faccio io, ma anche di lungo periodo grazie ai timeframe giornalieri, dove dovrai semplicemente osservare il mercato per pochi minuti al giorno.

Stavo dimenticando un particolare molto importante, l’attività di trading è il mio lavoro e grazie a questo lavoro riesco a vivere in maniera serena portando a casa lo stipendio ogni mese in maniera costante.

È la mia principale fonte di reddito e se lo è diventata negli anni per me, immagino che possa essere la stessa cosa anche per te, soprattutto perché ti spiegherò la mia metodologia passo per passo e ti dirò il livello di affidabilità delle operazioni.

Potresti pensare che rivelandoti il livello di affidabilità delle varie operazioni non sia poi così tanto un vantaggio, ma la verità è che ho reso una disciplina discrezionale, il meno discrezionale  possibile, la quale potrà essere adattata in base alla tua predisposizione al rischio.

Se vuoi quindi iniziare a fare del training sulle valute un’entrata, allora ti consiglio di cliccare qui! Guarda tutti i miei risultati e scopri come replicarli fin da subito!

The following two tabs change content below.

Alessandro Del Saggio

Trader Indipendente, Formatore e Ricercatore grafico. Fondatore di Foxforex, del Sistema Manhattan e della Community Opzioni Binarie Italia.

Commenta con Facebook!

Commenta con Facebook!

Rispondi