Sfruttare le notizie macroeconomiche o starne alla larga?

Sfruttare le notizie macroeconomiche o starne alla larga?

Una delle prime domande che si pone chi si avvicina al mondo dei mercati finanziari è:

Ma come faccio ad operare sfruttando le notizie macroeconomiche?

In questo articolo parlerò proprio di questo, spiegandoti come opero con le notizie e ovviamente dandoti tutte le motivazioni del caso.

Partiamo dalle basi.

Cosa sono le notizie macroeconomiche e a cosa servono?

I dati macroeconomici sono tutte quelle notizie/comunicati stampa o discorsi che ogni giorno – in maniera programmata – vengono rese pubbliche.

I dati più importanti e più ricorrenti riguardano il prodotto interno lordo (pil), i dati sulla produzione industriale e disoccupazione.

Sono dati importantissimi e che hanno un fortissimo impatto sull’ economia di quel determinato stato o comunità. L’uscita di un dato positivo però, non ha sempre come conseguenza la crescita di un determinato asset.

Spesso infatti le notizie economiche sono un “diversivo” per molti grandi istituti finanziari che sfrutteranno l’ occasione per incrementare i propri portafogli a discapito dei piccoli operatori.

Ora che ti ho dato qualche nozione basilare, ti consiglio di mettere investing.com tra i preferiti, perché se vuoi fare trading in maniera professionale devi per forza considerare le notizie.

Bene, prima che dia tutto per scontato, a questo link potrai trovare il calendario economico che indica l’ orario dell’ uscita della notizia, su quale valuta e con quale intensità. https://it.investing.com/economic-calendar/

Come si muove il mercato in prossimità delle notizie economiche?

Le notizie economiche vengono rilasciate dagli Stati e queste in teoria dovrebbero prendere un trend per qualche ora ben definito.

Nel momento delle notizie però, l’ 80% dei traders sono incollati ai monitor per poter seguire l’ operazione.

Ti è mai capitato di sentire sui social frasi come: “tra poco preparo i pop corn, perché questa notizia farà movimenti giganti”

Ecco, io mi auguro che queste persone prendano i pop corn e passino tutto il tempo a mangiarli e non si mettano ad operare, perché la maggior parte dei piccoli traders, brucia il conto proprio a causa delle notizie.

Se l’ 80 % dei traders sono incollati ai monitor, sono convinto che almeno il 25 % di essi entrerà in posizione tentando la sorte e sperando di fare profitti enormi in pochissimo tempo.

Se poi ci aggiungi che le notizie vengono sfruttate dai grossi fondi per fare buoni profitti, ma che comunque vengono emesse dai vari Stati (quindi hai tutte le grandi figure che operano nello stesso momento) inizi a capire perché il mercato reagisca con una volatilità altissima e spesso senza rispettare il trend che la notizia dovrebbe provocare.

E in presenza di un mercato molto nervoso è consigliabile non operare.

Come individuare le notizie reali senza farsi fregare dalla volatilit

Come già detto, l’ uscita di una notizia importante crea una grossa volatilità all’ interno dei mercati valutari e spesso è proprio la volatilità la principale causa di trades persi durante le notizie.

A dir la verità sono molto pochi i trader che basano la propria operatività sulle notizie economiche e quelli che lo fanno usano per lo più strumenti come i Futures o le Opzioni classiche, per noi trader di opzioni binarie è cento volte meglio concentrarsi sui momenti in cui il mercato si comporta in maniera “tecnica” (in maniera tecnica, non vuol dire che il mercato segue le regole dell’ analisi tecnica), evitando quindi le notizie che si muovono  senza regole precise.

Dato questo piccolo consiglio, analizziamo nel dettaglio le notizie.

Le informazioni vengono emesse, interpretate e successivamente trasmesse  sui vari canali di informazione.

Più le informazioni vengono interpretate e più ci allontaneremo dal significato reale della notizia.

Faccio un esempio recente per poter rendere chiaro per tutti quel che intendo dire.

Ricordi le centinaia di notizie che sono uscite sulle elezioni presidenziali in America?

Si diceva che fosse impossibile che Trump potesse diventare il nuovo presidente, si diceva che moltissimi fondi mondiali avessero messo a disposizione centinaia di milioni per la pubblicità alla Clinton e proteggere i propri investimenti, si diceva che il mercato mondiale sarebbe crollato se Trump avesse vinto.

Le informazioni che circolavano su internet e il sentiment per tutto il mondo era che la  Clinton sarebbe diventata la nuova presidente e magari anche tu eri convinto di questo, ma pochi giorni prima delle elezioni ho alzato la cornetta e ho chiamato qualche amico che vive in America e tutti mi hanno detto che era molto facile la vittoria di Trump. Anche loro erano al corrente che tutto il mondo pensava alla vittoria della Clinton e nessuno riusciva a capire perché tutto il mondo voleva evitare Trump.

Il motivo è facile. Tutti i media e le testate giornalistiche hanno utilizzato dati che non interessavano al popolo americano per prendere una decisione  interpretando dati inutili facendoli passare come il sacro Graal in grado di prevedere il futuro e le relative catastrofi.

Cosa è successo invece?

Vittoria schiacciante per Trump e tutti gli indici mondiali a fine giornata positivi.

Come puoi capire, la diffusione delle informazioni viene molto spesso usata per orientare le azioni degli individui e farli pensare ad una previsione certa, quando magari la realtà futura sarà tutt’ altro.

Per non farsi trarre in inganno ed individuare sempre la realtà delle notizie è bene distinguere le informazioni in tre categorie:

  • Notizie informali.
  • Notizie formali.
  • Dichiarazioni.

1) Notizie informali

Sono notizie che  prima di arrivare a te sono passate da decine di persone che hanno interpretato come meglio credevano l’ informazione originale.

Le informazioni ti arriveranno quindi inesatte o addirittura create apposta sbagliate, così da disorientarti e farti investire in maniera scorretta.

Se stai pensando che le notizie informali non vadano prese in considerazione ti stai sbagliando.

queste notizie sono molto seguite e influenzano un gran numero di investitori e quindi non vanno ignorate, perché vere o false che siano, costituiscono una variabile significativa e quasi sempre sufficiente a muovere l’andamento delle quotazioni.

Quindi, queste notizie vanno ascoltate perché troveranno sicuramente più di qualche sprovveduto che le prenderà per buone e di conseguenza comprerà o venderà una determinata valuta  facendo oscillare le quotazioni per un breve periodo iniziale.

Ovviamente non pensare che un articolo di un blog possa cambiare la tendenza del mercato, ma pensa che se tutte le testate dicono la stessa cosa, molti investitori investiranno cambiando la tendenza iniziale del mercato per poi andare nella direzione reale.

2) Notizie formali

Le notizie formali sono notizie che provengono direttamente dalle fonti e non sono filtrate da nessuna interpretazione.

In ambito finanziario, sono notizie che vengono rilasciate da organismi istituzionali coinvolti direttamente o indirettamente con informazioni o eventi che riguardano la vita economica, politica e sociale del Paese. Sono notizie che quasi sempre hanno effetti sulle valute.

Anche se non esistono regole su come si muove il mercato davanti alle notizie oggettive, è comunque bene essere in grado di analizzarle ed annotare il loro comportamento su un foglio excel.

È assolutamente importante annotare l’ andamento dei prezzi sotto determinate notizie, giusto per avere più chiarezza sul mercato, ma sconsiglio vivamente di operare sotto notizia, ed addirittura in prossimità di esse, con qualunque tipo di strumento finanziario.

Le notizie economiche hanno un impatto immediato e nulla si può frapporre tra essa e l’andamento di una determinata valuta. Se la valuta crolla, non esiste nessun livello o nessuna analisi in grado di fermarne la discesa.

3) Le dichiarazioni

A metà strada tra le notizie e le informazioni ci sono le dichiarazioni. Spesso, proprio perché pronunciate da personaggi autorevoli, hanno la capacità di influenzare tutti i piccoli investitori, causando brevi momenti di tentennamento del mercato.

Non accade spesso, ma può comunque capitare che nello stesso giorno vengano rilasciate certe dichiarazioni e nelle ore successive vengano smentite, causando grossi dubbi per chi investe analizzando le notizie economiche.

Un tempo il giornalista nel dare le notizie si limitava a informare sui fatti. Oggi, invece entra nel merito della questione, vuol dare la sua opinione e in buona o mala fede finisce per influenzare il lettore e magari fa determinate dichiarazioni proprio perché gli sono arrivate in quella maniera dalla direzione. Il modo di diffondere informazioni ha fatto perdere di vista quello che per l’investitore era il modo più prezioso per operare e guadagnare sui mercati finanziari.

Cercare le cause per cui il prezzo deve salire o scendere è un comportamento che quasi sempre comporta un dispendio enorme di tempo, senza poi ricavarci un ragno dal buco, perché nel prezzo sono già comprese molte variabili, magari anche quella della notizia o della possibile reazione alla notizia.

Il trader professionista deve avere il terrore delle perdite e dimostrare un grosso coraggio nel gestire i guadagni; l’investitore ingenuo, al contrario, ha paura dei guadagni e li monetizza in fretta nel timore di perderli mentre dimostra un grandissimo coraggio nel mantenere le posizioni in perdita anche per diversi giorni e quando si è in perdita con le notizie, si è in perdita di tanti pip.

Fortunatamente chi opera con le opzioni binarie sa già quanto potrà perdere al massimo e questo è un enorme vantaggio, ma se l’ obiettivo è quello di ottenere buoni profitti ogni mese, io starei alla larga dal mercato ogni volta che ci sono delle notizie importanti.

Quanto tempo? Dipende dall’entità della notizia.

Per esempio quando ci sono gli nfp (non farm payrolls), io non opero per tutto il pomeriggio, ma per altre mi limito a non operare i 15 minuti prima e dopo l’uscita della notizia.

Siamo alla fine di questo articolo e voglio concludere dicendo:

L’invito è, per chi vuol operare sui mercati finanziari con professionalità e guadagnare ottime cifre, di giudicare attentamente il mercato e non pensare di essere in grado di prevederlo ogni volta, evitando di trasformare Piazza Affari in Piazza dei Miracoli.

Spero di averti dato valide informazioni che terrai a mente negli anni a seguire e mi auguro che tu possa aumentare i profitti ogni mese grazie alle mie informazioni che con impegno cerco di regalare a più persone possibili.

Se non lo hai già fatto, iscriviti al gruppo facebook per rimanere costantemente aggiornato e poter imparare ogni giorno qualcosa .

➡Clicca qui e accedi al Gruppo Facebook FoxForex!

Ti aspetto dall’ altra parte.

The following two tabs change content below.

Alessandro Del Saggio

Trader Indipendente, Formatore e Ricercatore grafico. Fondatore di Foxforex, del Sistema Manhattan e della Community Opzioni Binarie Italia.

Commenta con Facebook!

Commenta con Facebook!

Rispondi